Indietro

COME STANARE IL TARTUFO BIANCO NEI DINTORNI DI SIENA

Destinazioni - Share

Cane da Tartufo

Nessun esperto vi svelerà mai la localizzazione delle tartufaie o come addestrare i suoi magnifici compagni di “caccia”.

A chi, fra la metà di settembre fino a tutto dicembre, si avventurasse di notte o nelle prime, fredde e nebbiose ore del mattino nei boschi delle Crete Senesi, non dovrebbe aver alcuna difficoltà incontrare misteriosi personaggi dal fare guardingo.
Seguiti da due o tre cani e forniti solo di una pila e di uno strano arnese in legno e metallo, in poco tempo farebbero perdere le loro tracce, lasciando dietro di sé un inconfondibile profumo.
Questo coraggioso turista avrebbe fatto la conoscenza con un tartufaio.

E’ infatti nei luoghi freschi e umidi come i fondovalle, i margini dei fossi e dei torrenti di questa zona che vegeta il tartufo bianco delle Crete Senesi, una delle più pregiate varietà di questa tuberacea, vista la forma e la somiglianza con i tipici vegetali sotterranea.

Il tartufo non è, infatti, un tubero, né quindi tantomeno un vegetale, ma nient’altro che l’apparato riproduttore di un fungo sotterraneo dall’immenso valore nutritivo perché ricco di proteine, sali minerali e fibre.

Possiamo solo dirvi però il processo di estrazione.
Il cane, incitato a bassa voce dal padrone e aiutato dal notevole olfatto, individua il tartufo, grazie all’odore che emana in piena maturazione.
Una volta che l’animale avrà iniziato a scavare e a mordere il terreno, il padrone interverrà con l’ausilio del vanghetto, recuperando il tesoro come un chirurgo, senza danneggiare la vegetazione circostante e in particolare il micelio.

Pensiamo sia superfluo elencare le virtù gastronomiche del tartufo, basta ricordare che possiede delle doti di sapore che ne fanno un ottimo condimento, un catalizzatore del gusto che lo rendono adatto sia a completare, affettato finemente, varie vivande, sia ad essere il protagonista di piatti di alta tradizione culinaria.

Mentre ci teniamo a segnalare come ogni anno a San Giovanni d’Asso, a metà novembre si tenga la Mostra Mercato del Tartufo Bianco delle Crete Senesi dove, all’interno del magnifico castello, è possibile acquistare e degustare questo prezioso fungo.

 

  • Pet
  • Rurale
  • Enogastronomia
  • Natura
  • Avventura