Indietro

ORGOSOLO: PRIMA CHE LA STREET ART ANDASSE DI MODA

Destinazioni - Share

Orgosolo

Spesso dimentichiamo che la Sardegna non è solo costa e litorale, ma un luogo in cui l’entroterra nasconde borghi dalla bellezza inaspettata.
Più o meno alla stessa distanza fra Cagliari e Olbia, nasce una di queste perle nascoste tutta da scoprire.
Si tratta di Orgosolo, un paese di circa 4500 abitanti che si trova al centro della Sardegna (Nuoro) e fa parte della cosiddetta "Barbagia di Ollolai" ad una altitudine di circa 620 metri sul livello del mare.

Quello che molti definiscono un paese-museo, ora diventato patrimonio mondiale dell’UNESCO, non è solamente la patria del Canto a Tenore, quello di Cristian “Ajò” Cocco a Striscia La Notizia per intenderci, ma è soprattutto famoso per le sue “pitture rupestri”.

I muri del paese sono infatti tappezzati di murales che adornano stradine e piazze, case del centro storico e facciate di nuovi edifici.
Narrano di politica e cultura, intimo dissenso e lotte popolari, vita quotidiana e tradizioni pastorali, ma anche faide, un fenomeno tipico dei secoli scorsi, spesso cantate nella narrativa e liriche di questa splendida regione.

Se i circa 150 disegni non vi sono bastati, potete comunque prendervi l’intera giornata per godervi i paesaggi del Supramonte, ce n’è per tutti i gusti.
Troverai profonde gole, come la dolina di su Suercone, una voragine di 400 metri di diametro e profonda oltre 200 metri, ma anche grotte e tacchi calcarei come i monti Novo San Giovanni e Fumai.
Tra i monumenti naturali imperdibile anche il canyon di Gorroppu, 22 chilometri, percorribili per un lungo tratto, con pareti alte 450 metri: è uno dei più profondi d’Europa.
Lì potrai osservare uccelli di ogni tipo e se ti interessa l'archeologia è un attimo raggiungere altri luoghi mistici come domus de Janas, Tombe di Giganti e i nuraghi Su Calavriche e Mereu.

  • Cultura