Indietro

ULISSE E SCILLA: DA NINFA A MOSTRO E VICEVERSA

Destinazioni - Share

Scilla

Per descrivere le bellezze italiche, ancora una volta è il mito greco a venirci in aiuto.
Tutti conoscono il nome di Ulisse, il più astuto e polivalente degli eroi Greci, ma non tutti ricordano le mille peripezie che ha dovuto affrontare per tornarsene nella amata Itaca, una volta terminata la guerra di Troia.

Come già potuto ricordare, citando l’isola dei Ciclopi di fronte ad Acitrezza, sappiamo che Ulisse durante gli anni trascorsi in mare è passato anche per l’Italia, ma di tutte Scilla e Cariddi è stata una delle avventure più memorabili.

Se Cariddi era il mostro rappresentante la parte inferiore dello stretto di Messina, la storia di Scilla, la punta calabrese dello stretto, è tutta da scoprire.
Scilla era infatti una splendida ninfa figlia di Forco e Crataide, che fece innamorare Glauco, figlio di Poseidone.
Gelosa perché non ricambiata da Glauco, Circe decise di trasformare la splendida fanciulla in un temibile mostro a sei teste.
Quando Ulisse deve scegliere dove attraversare lo Stretto, piuttosto che Cariddi capace di distruggere la nave in mille pezzi, sacrifica a malincuore sei compagni mangiati uno a testa dalle teste di Scilla.

Nel corso dei secoli però Scilla, in provincia di Reggio Calabria, è finalmente tornata a risplendere, diventando uno dei borghi marini più affascinanti d’Italia.
Dalle viuzze in mezzo al mare del quartiere di Chianalea, al Castello dei Ruffo posto sulla rocca di Scilla, che svetta sul mare, il paese è tutto da scoprire.

Oltre al paesaggio leggendario e alla vista che si apre fino alle Eolie nei giorni più tersi, questo borgo sul mare raccoglie tra le spiagge più belle della Costa Viola, così chiamata per la tonalità di colore che prende il mare durante le ore vicine al crepuscolo.
Se alle famiglie raccomandiamo un salto alla Spiaggia delle Sirene o alla attrezzatissima Marina Grande, ai più avventurosi suggeriamo una visita alla incontaminata Cala delle Rondini o a Punta Pacì, ideale per i patiti dello snorkeling e delle immersioni subacquee.

Per ulteriori consigli etnici su dove mangiare un ottimo pesce spada, premete al seguente link.

  • Cultura
  • Avventura